7 dicembre 2012

Felicità in questo mondo è possibile?? Ce lo spiega questo libro sul buddismo



Felicità in questo mondo  
di Giuseppe Cloza


Non è la prima volta che recensisco un libro sul buddismo. 
Ma questo è speciale: mi è stato regalato da un'amica buddista. 

Non sono buddista ma, come vi ho raccontato in altri post, sono sicuramente affascinata dalla filosofia di vita insegnata dal buddismo. Non sono mai andata ad una riunione (chissà...forse prima o poi...); mi piace molto, però, ascoltare i racconti sulle riunioni e sulla pratica quotidiana dalle mie amiche buddiste. 
Alla fine del post vi lascio i link degli altri libri sul buddismo di cui ho parlato.

Questo è un libricino scorrevole e con una costruzione logica del pensiero buddista. 

L'autore ci spiega il buddismo attraverso le perplessità e i dubbi che lo hanno invaso quando andò alla sua prima riunione buddista. 

Il buddismo porta alla felicità in quanto insegna come affrontare la vita, come porsi e come reagire di fronte alle difficoltà. 
"Il segreto non e' cercare di non aver problemi, ma imparare a vivere bene in mezzo ad essi" 

Secondo questo pensiero ognuno di noi giornalmente attraverso 10 mondi: 

1)   inferno,
2)   avidità, 
3)   animalità, 
4)   collera, 
5)   tranquillità,
6)   estasi; 
7)   studio, 
8)   illuminazione parziale (un'intuizione improvvisa, la soluzione di un problema), 
9)   bodhisattva (compassione sincera e disinteressata verso gli altri),
10) buddità 

I mondi rappresentano gli stati d'animo che ognuno di noi vive quotidianamente. Sono tutti effimeri, temporanei. Nell'arco della giornata, infatti, basta una telefonata o una frase per farci andare in collera, e poco dopo è sufficiente una foto, un ricordo per farci andare in estasi. 
I primi tre mondi sono considerati veleni. 
Lo studio e l'illuminazione vanno cercati, non arrivano da soli. Bisogna però anche viverli nel modo giusto. Chi studia tanto, ad esempio, spesso diventa arrogante. E ciò non è un bene. 
La bodhisattva va intesa come energia attiva, come il coraggio di superare i propri limiti 
La buddità è la forza della vita che scorre in ogni essere umano. Far emergere questo stato d'animo vuol dire riempirsi di felicità. "Con tale condizione interiore sono i problemi che diventano relativi, le difficoltà e le sofferenze sormontabili". 

"Ognuno dei 10 mondi  può assumere diverse facce perché non è separato dagli altri". 
"L'avidità ad esempio non è solo una forza distruttiva ma può diventare anche una sana ambizione per realizzare i desideri" 
Quindi le possibilità di vivere i sentimenti, gli stati d'animo non sono più 10, ma 100 dato che ognuno dei 10 mondi è legato a ciascuno degli altri (ad esempio lo studio può essere avido, tranquillo, etc.). 
Quindi raggiungere la buddità non vuol dire eliminare gli altri nove mondi....ma solo illuminarli, viverli in maniera diversa. 

Siete d'accordo che l'aspetto di una persona sia legato allo stato d'animo? Solitamente una persona triste non ha un aspetto dimesso? ed una persona felice, contenta non ha gli occhi che brillano?? 

Secondo il buddismo vi son ben dieci fattori, ingranaggi che spiegano come l'intrecciarsi degli eventi della vita non sia casuale ma dipenda dalla stretta relazione tra lo stato d'animo, noi e l'esterno. 
Quando i meccanismi della vita sono alimentati dall'energia della buddità, il risultato finale è un'esistenza armoniosa e soddisfacente. 
Ciò quindi ci porta a dire che esistono 10 fattori per ognuno dei 100 mondi, quindi esistono 1.000 mondi possibili, 1.000 soluzioni ad ogni problema. 

Questi mille mondi sono presenti ovunque: il buddismo suddivide questo "ovunque" in 3 ambienti: 
il primo ambiente è l'individuo stesso (il suo carattere, il suo modo di pensare, di agire e reagire): ciò determina il modo i cui si vive il presente. 
il secondo ambiente è quello degli esserei viventi in generale (la famiglia, gli amici, l'ambiente di lavoro). In ognuno di essi c'è uno stato vitale: dove c'è tranquillità prevale il rispetto, dove c'è collera c'è rabbia, sofferenza. 
il terzo ambiente è quello delle cose che influenzano gli altri due ambienti: chi vive nel deserto ha un carattere, una predisposizione diversa da chi vive in città. Ed anche gli oggetti hanno un stato vitale. Pensiamo ad un pezzo di carta ed agli stati di animo che emanano: una multa ad esempio porta alla collera, un biglietto di auguri all'estasi. 
In sintesi: siamo immersi nei 3 ambienti (regni dell'esistenza) ognuno con i suoi mille mondi che interagiscono tra loro. Totale 3.000 mondi, 3.000 condizioni possibili in ogni istante. E' cosi che si manifesta la vita: in tremila condizioni. 
Per armonizzare il tutto, per creare una rete di connessioni e scambi dove l'energia positiva corre da una parte all'altra trasportando gioia, serenità, forza, speranza c'è una frase da ripetere che richiama la buddità in ognuno di noi (cosi come una canzone evoca in noi gioia, un'altra malinconia, un'altra rabbia). Questa frase è l'interruttore per accendere la buddità che è in ognuno di noi. 

NAM-MYOHO-RENGE-KYO 

Questa frase rappresenta la Legge della vita. 
Ma cosa significa? 
Nam : dedicare 
Myoho: forza invisibile che genera la trasformazione,  per sviluppare una potenzialità che esiste dentro di noi 
Renge: simultaneità di causa ed effetto. quel che siamo o che ci accade è sempre riconducibile ad una causa che è dentro di noi. 
Kyo: il suono , la musica che genera energia 


Nam Myoho Renge Kyo vuol dire: dedico la mia vita alla legge di causa effetto, alla legge del Sutra del Loto. 

Vuol dire decidere di vivere cercando di far prevalere in ogni istante della nostra vita la buddità ovvero ricercare quella causa che è l'effett

Il Sutra del Loto sono gli insegnamenti di Siddharta. 

Recitare questa frase è uno degli elementi della pratica buddista insieme allo studio. 


Il pensiero buddista cosi come illustrato in questo libro mi sembra cosi logico, cosi sensato, direi anche cosi "illuminante". Rispetto agli altri libri che ho letto questo spiega in maniera più chiara come il nostro modo di reagire di fronte alle mille difficoltà/avversità che incontriamo ogni giorno possa aiutarci a vivere serenamente.

Consiglio il libro a chi vuole comprendere meglio il pensiero buddista.

Qui vi lascio i link agli altri post sul buddismo

Il buddista riluttante
Vita di Buddha

Con questo post partecipo al Venerdi del Libro di Homemademamma
Buona lettura!!!

Moonlitgirl


6 commenti:

  1. A me affascina il buddismo..ma come te non ho mai partecipato a nessuna riunione ..in gravidanza ho letto un po' di libri del Dalai Lama che mi hanno trasmesso tranquillità e calma.mi annoto il titolo.grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è qualcosa di così sensato nel buddismo che mi colpisce....

      Elimina
  2. Interessante! Anche a me affascina molto il buddismo, ho letto parecchi libri sull'argomento, ma questo mi manca.
    Ora devo recuperarlo!!

    Buon weekend
    Paola HMM

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono una esperta in materia....ma credo che questo libro sia un'ottima sintesi del pensiero buddista. Soprattutto considerando che me lo ha scelto un'amica buddista

      Elimina

Grazie!!! Il tuo passaggio sulla Luna è stato registrato!!!

Moonlitgirl