1 agosto 2013

Di suocera c'è n'è una sola....e per fortuna direi!!!!


La suocera. Ahhh!!! 

A chi non vengono i capelli dritti solo a sentire questa parola???
Ebbene si!! Oggi si parla di suocera!!

Ne avevo parlato già qui Noi mamme di figli maschi....suocere di domani!! Ma oggi il post e' sicuramente più leggero!!!!
Iniziamo col dire che la sua esistenza avvalora il già famoso detto "di mamma ce n'e una sola"!!! 

Eh si perché quello che accetti da tua mamma non lo accetti da nessun'altro e qui mi riferisco alle predicozze tipo "questa casa (cioè la tua!!) non e' mai in ordine", o "ma la frutta non la mangi mai? Fa bene!!" oppure "hai la tosse da una settimana (in realtà proprio quel giorno hai iniziato a tossire) chiama il medico e fatti prescrivere qualcosa" oppure a quei gesti tipo riordinarti la credenza perché' era in disordine o spostarti quel tappeto perché li sta meglio o comprarti un nuovo copri tavola da stiro perché quello che c'era oramai era vecchio, o portarti per cena il salmone affumicato perché a loro (a mamma e papà intendo) piace molto...ma a te no!! O quelle raccomandazioni tipo: "copriti che fa freddo" o "stai attenta che c'e tanto vento". Ma e' tua mamma. E le perdoni tutto. Perché comunque lei e' sempre li, al tuo fianco, anche quando ti arrabbi, quando sei triste, quando hai bisogno di urlare contro qualcuno per sfogarti lei e' li. Il tuo pungiball personale, loscacciapensieri per eccellenza. Lei e' li. E soprattutto perché come ti capisce lei non ti capisce nessuno. Le basta guardarti. Le basta sentire il tuo "pronto" quando le rispondi al telefono. Le basta interpretare il tuo fintissimo "si mamma tutto bene" quando te lo chiede. Perché tu non lo sai...ma emani delle piccolissime radiazioni che solo lei in tutto l’universo può cogliere!!!

La suocera, invece, e' cosa ben diversa. Lei prima di tutto non e' tua mamma. E' gentile, vi aiuta con i bambini, quando vi porta la lasagna fatta da lei sei contenta...ma non e' tua mamma. E quello che dice o fa che ti infastidisce non puoi neanche dirglielo. Per educazione. Per rispetto. 
E allora tu che fai? Lo dici a lui, suo figlio, che nel 99 per cento dei casi ti dirà o "mamma e' fatta cosi" (alla prima lamentela) o "ma non ti sta bene mai niente" (alla quinta lamentela). E cosi, invece che svilire un fatto che sicuramente e' futile, accende un fuocherello...che poi lui stesso, negando l'evidenza e non solidarizzando, alimenterà giorno dopo giorno finché divamperà in un incendio di entità disastrose!!! Ma se lui, a quella tua iniziale lamentela, avesse risposto con "hai ragione!! Non e' stata per nulla carina"...quel fuoco non si sarebbe mai acceso!! 
Eh si, perché noi dalle persone che amiamo desideriamo essere comprese, appoggiate. Figuriamoci se non desideriamo la stessa cosa dal nostro Lui. Che poi, se ricevessimo questo appoggio, nella maggior parte dei casi neanche si formerebbe quella faida in seno alla famiglia che può raggiungere dimensioni talmente enormi da coinvolgere persino il vicino del cugino di nono grado!!!
Ci basterebbero poche parole di solidarietà. E quando proviamo a ribattere: "perche non ti metti nei miei panni? Al mio posto avrebbe dato fastidio anche a te" lui ci risponde " io non mi lamento di tua madre".... E' un attimo dire la verità...di quelle taglienti "perché lei non e' una st..."!!!
Il sogno poi che diventa realtà sarebbe se la sua risposta di fronte alla tua lamentela fosse: "la prossima volta glielo dico io". 
Perché (mi riferisco agli uomini) non e' che se dici che tua mamma e' una st...che le vuoi meno bene. E' sangue del tuo sangue. L'amerai sempre per quello che e'...però proteggi anche la tua donna!! Non e', solo perché è la tua donna, che deve sopportare punzecchiature, frecciatine, battutine acide e quanto altro!!
Amare un persona implica anche rispettarla e proteggerla. Rispettarla nelle sue emozioni...anche quando queste sono negative nei confronti di tua madre. Proteggerla vuol dire mettere a tacere tua madre quando la punzecchia. 
E se fosse lei, la tua donna, a lanciare frecciatine a tua mamma, lo accetteresti? No e allora non puoi accettare neanche il contrario.
Che poi punzecchiatura dopo punzecchiatura, se non bloccate in tempo, creano amarezza, risentimento che si rifletteranno sul rapporto di coppia. Nessuna donna ama non essere protetta.
Si facciamo le spavalde, le donne in carriera, indipendenti e femministe...ma l'immagine del principe azzurro non e' cambiata, e' sempre quella: dolce, attento, premuroso e protettivo!!
E si che nella favole romantiche tipo Cenerentola, la bella addormentata nel bosco, cappuccetto rosso...accanto al bel principe non c'e mai la suocera....vi siete mai chieste perché??
Non sarebbe più una favola!!! 

12 commenti:

  1. ahahahaah è vero! Bel post, è stato un piacere leggerlo. :D

    RispondiElimina
  2. Oh cavolo che ridere!!! Io non posso capire molto perché' la mia di suocera non si vede praticamente mai e mi devo impegnare per costringerla a venire, lei sta sempre li a dire di non voler disturbare!! E' una rarità lo so!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tienitela stretta!!!! Io sono alla seconda esperienza..... e non ho migliorato!!!! Forse per colpa del figlio????

      Elimina
  3. L'articolo è simpaticissimo.... però io non mi ci ritrovo.
    sotto lacuni aspetti io vado d'accordo più con mia suocera che con mia madre.
    Certo, non condivido tutto di lei, ma tra noi c'è un accordo: dirci tutto, anche le cose che non ci piacciono l'una dell'altra.
    Così io ( noi in realtà, perchè mio marito, caso strano forse, non la difende mai) ho sempre fatto notare le sue intrusioni ( in buona fede) nell'educazione di nostra figlia ( con Matilde mia suocera diventa uno zerbino e questa è una cosa che io non sopporto), le faccio notare che se le chiedo di insegnarmi qualcosa non significa che lo deve fare lei al posto mio ( ti ho chiesto di insegnarmelo!!!!).
    Lei accetta le mie osservazioni come io accetto le sue.
    Con mia madre non potrei per esempio, perchè è più suscettibile.
    E poi mia suocera ha un lato giocoso che manca a mia madre, sempre seria e preoccupata per tutto e sotto questo aspetto sevo dire con grande dispiacere che è più piacevole trascorrere il tempo con mia suocera che non con mia madre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere quello che hai scritto. Non è facile trovare un equilibrio con la suocera. È soprattutto sei fortunata perché tuo marito e' obiettivo!!!!

      Elimina
  4. ciao :) carinissimo il tuo blog ,ti ho trovata grazie all'iniziativa Link Party ,se ti va ti unisci a tua volta al mio bloghettino ? :) http://taniabarbarasoni.blogspot.it/ (✿◠‿◠)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta. Verrò presto a visitarti
      Grazie per essere passata

      Elimina
  5. Ciao, ho il piacere di conoscere il tuo blog e mi unisco ai tuoi follower!
    Passa a ricambiare al mio blog, per me significa tanto. Il mio blog è stato creato per far conoscere un'interessante iniziativa, ma ha bisogno di sostegno ;-)
    Vieni a scoprirla e dammi il tuo sostegno diventando follower, grazie! (✿◠‿◠)
    http://matrimonioconsponsorcalabria.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e benvenuta anche a te!!! Mi hai incuriosita.....

      Elimina

Grazie!!! Il tuo passaggio sulla Luna è stato registrato!!!

Moonlitgirl